Covid-19: la lettera di Odinga ai keniani

Viene chiamato dai keniani “baba”, il papà di tutti.
Raila Odinga, una vita all’opposizione dei Governi da quando il Kenya sceglie il Presidente con libere elezioni, è forse la figura più popolare tra la povera gente, i giovani e chi spera in un futuro migliore. Da un anno a questa parte Odinga, per il bene e la pace della Nazione e su pressione delle Nazioni Unite, lavora di concerto con l’ex rivale Uhuru Kenyatta per costruire un Kenya stabile e pronto alle sfide dell’economia globale.
Nel pieno di questa inaspettata crisi sanitaria ed economica e all’alba di quello che potrebbe significare anche per il suo Paese un disastro senza precedenti, Baba Raila ha scritto una lettera indirizzata a tutti i kenyani, nella speranza che possa essere ascoltato più delle voci istituzionali.
Eccone il testo.

Cari concittadini keniani, 
Sappiamo dalla storia che le piaghe sanitarie cambiano le società in modi fondamentali.
Dove ci porterà il COVID-19 non possiamo dirlo per ora. Ma sappiamo che dobbiamo combatterlo. Abbiamo bisogno di una nuova razza di patrioti per questo nuovo tipo di guerra.
La guerra non è per pochi eletti armati, ma per ogni uomo, donna, ragazzo e ragazza.
Ecco il mio appello, personalizziamo questa guerra.
Chiedo a ogni keniota di usare i suoi legami sociali personali esistenti e chiedo loro di proteggersi ogni giorno dal Coronavirus.
Che ognuno di noi faccia telefonate quotidiane, faccia video chat, invii e-mail e messaggi di testo ad amici, familiari e conoscenti, compresi i membri del “chamaa”, i gruppi di preghiera, gli uomini d’affari, i motociclisti, gli autisti, gli ex compagni di scuola e gli attuali compagni di scuola eccetera eccetera e incoraggi tutti loro a evitare la folla, a osservare la distanza sociale, a lavarsi le mani e a indossare maschere, anche improvvisate e fatte in casa.
E insieme controlliamo ogni giorno per scoprire se tutti riescono a rispettare le regole o se hanno problemi.
Non approcciatevi agli sconosciuti, concentratevi sulle persone con cui avete un rapporto personale.
Per i giovani del Kenya: questa è la vostra occasione per essere i nuovi soldati del nostro Paese, nuovi salvatori.
Sfruttate i vantaggi che la tecnologia ha messo nelle vostre mani, come gli smartphone e i social media, per incoraggiare i vostri amici a stare al sicuro e a tener loro compagnia a distanza,
Miei fratelli kenioti, vi conosco da molto tempo.
Conosco la vostra forte fede e il vostro credo negli amici, nella famiglia, nei social network e nei conoscenti.
Conosco la vostra determinazione, la vostra gentilezza e il vostro umorismo anche in situazioni difficili.
Liberateli e fateli agire ora! Facciamo in modo che questo sia un momento di incontro tra persone.
Mettiamoci tutti insieme e diciamo ai nostri amici di dire ai loro amici che la finestra si sta lentamente chiudendo. Se non prendiamo il controllo personale ora, non ci sarà nessun controllo da prendere in seguito.
Siete sempre nei miei pensieri e nelle mie preghiere

From: http://www.malindikenya.net/it/articoli/notizie/ultime-notizie/covid-19–la-lettera-di-odinga-ai-keniani.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *